Con la conferenza stampa si apre il Cagliari Film Festival 2015

Una calda giornata estiva e un quartieConferenzaCFFre vivo e attivo, come appunto è stato il quartiere di Villanova, son stati il perfetto
scenario per la conferenza stampa di presentazione del Cagliari Film Festival: un festival per certi versi atipico, in cui non ci sono premi, non ci sono vincitori e vinti, ma c’è la voglia di riflettere e pensare, condurre la mente e i pensieri dello spettatore verso i temi di attualità, rivolgendosi ad un pubblico cinefilo e attento alle tematiche d’impegno civile. Tutto pronto quindi per l’inaugurazione di venerdì 10 luglio, alle ore 19.30, nella splendida cornice del Chiostro di San Domenico, situato nell’omonima piazza del quartiere Villanova a Cagliari, con la mostra fotografica di Marco Garofalo “Il cielo è di tutti“, e a seguire la proiezione del pluripremiato film “Io sto con la sposa“.
Il primo weekend di programmazione continuerà nella giornata di sabato 11, con la proiezione del film “Qui” di Daniele Gaglianone e introdotto dalla storica Valeria Deplano; e per poi chiudere la prima settimana di proiezioni con “6 Desides: DH Lawrence and Sardinia” di Mark Cousins.

Presente alla conferenza stampa la presidente dell’Associazione Culturale Tina Modotti, Alessandra Piras, che ha ricordato l’importante ruolo che svolge il cinema all’interno della comunità, come strumento informativo e veicolo di cultura. Proprio per questo il Cagliari Film Festival “raccoglie l’eredità del Campidano Film Festival, celebre rassegna che si è svolta anni addietro anche grazie ai contributi della Legge Cinema della Regione, e che oggi cerca di rivivere nelle proiezioni e nelle iniziative di questa seconda edizione del Cagliari Film Festival“.
Stefano Gregorini, presidente dell’Associazione Urban Center Cagliari – “che da subito ha creduto, e crede, nel progetto” – e membro della segreteria organizzativa del festival, ha sottolineato l’importanza che ha il Cagliari Film Festival nel far riscoprire i luoghi della città, “come ad esempio il Chiostro di San Domenico, che molti forse non conoscono e che avranno l’occasione di scoprire proprio grazie a questa manifestazione”.
Dello stesso parere il professor Luciano Marrocu, socio dell’Associazione Tina Modotti e consulente alla programmazione del Cagliari Film Festival, che però ammette, con un certo rammarico, come “manifestazioni di questo tipo si sostengano grazie agli sforzi delle piccole associazioni”.

L’appuntamento è quindi fissato per venerdì 10 luglio, quando il Chiostro di San Domenico aprirà le porte alla seconda edizione del Cagliari Film Festival.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *