“Mare e Sardegna” sul grande schermo in anteprima nazionale

Tra l’Ottocento e il Novecento, quando non esisteva il turismo di massa e viaggiare significava intraprendere percorsi interiori e culturali spesso della durata di mesi, l’Italia era una delle mete più desiderate.
In un immaginario non ancora globalizzato, non solo le città classiche d’arte ma anche il Meridione ispirarono resoconti dei grandi interpreti della letteratura che proprio viaggiando trassero ispirazione e linfa per le loro opere.
Della Sardegna, meta meno battuta, difficilmente raggiungibile, terra sconosciuta e legata e pregiudizi atavici, resta il ritratto delineato dall’opera dello scrittore David Herbert Lawrence nel libro “Sea and Sardinia”.

Il film “6 desires: DH Lawrence and Sardinia” di Mark Cousins (regista di documentari) ne ripercorre il testo e alcune delle tappe che Lawrence fece nel 1921 quando sbarcò con la moglie Frieda in una Cagliari assolata, per immergersi nel sacro cuore di una terra che allo scrittore inglese apparve subito speciale.
Nato da una’idea di Laura Marcellino (co-sceneggiatrice e produttrice, sarda di nascita), il film di Cousins attraversa l’isola alla ricerca di quelle emozioni che ispirarono Lawrence a scrivere una delle più belle lettere d’amore dedicate alla Sardegna: un’isola della quale apprezza l’animo primitivo, la fisicità della sua gente, il forte legame con le forze della natura e l’energia ancestrale.
Lo sguardo cinematografico di Cousins cerca di ritrovare le emozioni che colpirono Lawrence nell’ammirare panorami di terra e di mare, per offrirle allo spettatore moderno con una limpidezza che suscita meraviglia.
Il risultato è una sfilata di immagini rare e di scorci inusuali che ci danno l’opportunità di vivere l’esperienza di essere compagni di viaggio di questo inglese in cerca di libertà.
Il film, la cui idea è stata lanciata nel 2012 dalla stessa Marcellino, è stato realizzato nel 2014 dopo un giro esplorativo da Cagliari ad Olbia, ricevendo ad oggi numerosi riconoscimenti e premi in tutto il mondo (Buenos Aires International Film Festival, Nashville Film Festival, Sundance Film Festival, BF London Film Festival).

Domenica 12 luglio alle ore 21, grazie all’associazione Tina Modotti, il film verrà proiettato in città nell’ambito del Cagliari Film Festival in uno degli spazi gioiello della città: il chiostro di San Domenico, nel quartiere di Villanova.

Alla prima sarà presente la produttrice Laura Marcellino che, introdotta dallo storico Luciano Marrocu, dialogherà col pubblico sul film, la sua genesi e lo spirito che ha animato le riprese.

Sarà bello pensare che a poche centinaia di metri poco meno di un secolo fa, dal Bastione di San Remy, D.H. Lawrence in persona ammirava il profilo di una città meno urbanizzata di ora che evocava atmosfere di un continente “altro” e che ha voluto rispondere a quella lettera d’amore intestandogli una piazzetta.

Irene Melis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *