Cagliari Film Festival 2016: 23 e 24 Settembre le anteprime!

LOCANDINAIl 23 e il 24 Settembre si terranno le due anteprime del Cagliari Film Festival 2016.

Le anteprime prevedono la presentazione di due documentari, sono i due itinerari che portano alla conoscenza di due luoghi San Sperate ed Armungia, andando a scavare nella loro memoria, con due opere biografiche che raccontano direttamente e indirettamente quei luoghi.

Il primo documentario, sarà presentato il 23 Settembre a San Sperate, è Il paese dove gli alberi volano regia di Jacopo Quadri e Davide Barletti dedicato a Eugenio Barba e all’Odin Teatret. Eugenio Barba ha cambiato le coordinate dello spettacolo del secondo Novecento arricchendo il proprio alfabeto attraverso le culture sceniche del mondo. Barba e l’Odin Teatret furono ospitati a San Sperate agli inizi degli anni Settanta, influendo profondamente a loro volta sulla vita della comunità e indirizzandola verso un percorso artistico multidisciplinare guidato da Pinuccio Sciola. La giornata si svolge in collaborazione con l’associazione No Arte di San Sperate.

Ecco quindi che la proiezione del documentario dei registi Davide Barletti e Jacopo Quadri dedicato all’Odin Teatret oltre ad aprire l’edizione 2016 della rassegna cinematografica inaugura il progetto I GIOVANI CHE CAMBIARONO [CAMBIERANNO] IL MONDO… o almeno un angolino di mondo.

Il progetto – ideato da NoArte-PaeseMuseo e finanziato dalla Direzione Generale della Pubblica Istruzione della Regione Sardegna – partendo da una storia locale intrecciata a tante storie internazionali, ha l’obiettivo di valorizzare la creatività dei giovani e fornire loro gli strumenti necessari a plasmare il proprio futuro e quello del territorio in cui vivono. Durante un anno di attività verranno organizzati:
– un laboratorio di scenografia e scultura teatrale diretto dall’artista Mariano Corda, presso il comune di Las Plassas;
– un laboratorio teatrale a cura della compagnia Antas Teatro e di musica teatrale coordinato dalla Scuola Civica di Musica di San Sperate e dell’Unione dei Comuni del Basso Campidano, presso il comune di San Sperate.
– due laboratori di comunicazione multimediale dei luoghi della memoria diretti dall’artista brasiliana Raquel Fayad presso il comune di San Sperate e presso il comune di Nuraminis in collaborazione con l’Associazione Khorakhané.

L’interazione tra i laboratori darà vita ad uno spettacolo, portavoce del messaggio universale che i giovani possono cambiare il mondo, con la creatività, la passione e la voglia di vivere.

Il secondo documentario sarà presentato il 24 Settembre ad Armungia e prevede la presentazione del pluripremiato La Mia casa e i Miei Coinquilini della regista Marcella Piccinnini dedicato alla vita straordinaria di Joyce Lussu e alla sua partecipazione attiva alla vita politica e sociale su più fronti. La giornata si svolge in collaborazione con il Sistema Museale di Armungia, l’Amministrazione Comunale e Casa Lussu dove risiede Tommaso Lussu il nipote di Joyce e Emilio e partecipa la Società Umanitaria di Carbonia al cui Archivio la regista ha fatto riferimento per le fonti e i materiali d’epoca.

Programma:

Venerdì 23 Settembre
Ore 19:30 “Il paese dove gli alberi volano” con Jacopo Quadri e Davide Barletti
Piazza San Giovanni, San Sperate

 

Sabato 24 Settembre
Ore 22:00 “La Mia Casa e i Miei Coinquilini” con Marcella Piccinini
Spazio Polivalente – Viale Gramsci Armungia

Dove Dormire ad Armungia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *