TamburA Battenti saranno presenti all’inaugurazione!

Domani 24 Novembre saranno presenti all’inaugurazione anche le TamburA Battenti, che ci accompagneranno dallo Spazio di Coworking Artaruga al Cine Teatro Sant’Eulalia.

Non mancate!

 

PROGRAMMA VENERDI’ 24 NOVEMBRE

Spazio ArtaRuga Via San Saturnino 13 – Via San Giovanni 44

Ore 18:00 Mostra fotografica- Le lotte civili del Movimento delle donne

Fotografie di Marisa Lallai, Daniele Longoni e Uliano Lucas

ACCOMPAGNANO IL TRAGITTO LE TAMBURA BATTENTI

 

Teatro Santa Eulalia, Vicolo Collegio, 2

Ore 19:00 Assalto al cielo di Francesco Munzi ( Italia 2016, 72’)

Ore 20:30 Dopo la guerra di Anna Rita Zambrano (Italia /Francia 2017, 93’
La regista Anna Rita Zambrano accompagna il film in sala.

 

Chi sono le TamburA Battenti?

TamburA Battenti è una collettiva di donne che nasce a Cagliari nell’autunno del 2013. L’idea inizia a disegnarsi a seguito di un’esperienza di viaggio che alcune donne compiono nell’estate del 2013 nel sud della Francia: è nel caldo di Marsiglia che avviene il loro incontro, su strade e piazze urbane, con la forza di mani energiche di donne coniugata alla potenza del suono dei tamburi. Da questo incontro segue l’intenzione di sperimentare nella città di Cagliari quanto conosciuto oltre i confini dell’isola. Il progetto è promosso con slancio, e incontra presto l’accoglienza e l’entusiasmo di altre donne, disposte a lasciarsi coinvolgere e a sostenere attivamente un progetto politico apartitico in cui la voce delle donne sceglie a propria espressione e sottolineatura la forza sciamanica del suono dei tamburi.
La collettiva inizia a prendere forma nel novembre del 2013. Le donne si incontrano e si confrontano, la collettiva si allarga progressivamente a comprenderne di nuove, l’impegno politico viene condiviso. Una maestra di percussioni si unisce al gruppo nascente, sostenendone e guidandone la passione musicale.
Comincia così il percorso e la storia delle TamburA Battenti, donne femministe, libertarie, in lotta contro il sessismo del nostro tempo e i suoi tentativi di mascheramento, contro l’oscurantismo omofobo e le declinazioni infinite della parola razzismo. Comincia l’impegno politico di un gruppo di donne che esprimono nell’atto del battere e levare la loro esplicita intenzione di lottare e pronunciarsi contro ogni forma di limitazione e violazione delle libertà umane, contro ogni forma di fascismo culturale e di politica discriminatoria e improntata all’esclusione, contro ogni manifestazione di violenza, di aggressività e di imposizione ideologica.
La lotta – il contro – non esaurisce lo spirito delle donne delle TamburA. L’anima di protesta convive con l’anima di proposta, intesa come forza positiva capace di generare modi alternativi dello stare ed essere al mondo, come desiderio consapevole e impegno responsabile di costruzione e di trasformazione attiva della realtà, affinché essa diventi luogo e tempo di “buona vita” per tutte e tutti.
Le percussioni che le TamburA Battenti propongono sulle strade e nelle piazze delle città, nella natura offesa e nella sua bellezza rispettata, sono sostegno e rinforzo della voce di chi occupa quegli spazi per manifestare il proprio dissenso, la propria ricerca di valore e di diritti negati, la propria fiducia nella possibilità che la realtà in cui così di frequente non ci riconosciamo, e non permettiamo che altre e altri si riconoscano, un giorno possa chiamarsi autenticamente casa.

Pagina Facebook: TamburA Battenti