Letteratura e cinema. Con Lirio Abbate e Marco Tullio Giordana

Letteratura e cinema di impegno civile in tre importanti appuntamenti il 20 e il 21 febbraio organizzati dall’Associazione culturale Tina Modotti di Cagliari.

 Il primo appuntamento si è tenuto giovedì 20 Febbraio alle ore 18 alla Fondazione di Sardegna  in  via S. Salvatore da Horta a Cagliari, con il giornalista d’inchiesta e vicedirettore dell’Espresso Lirio Abbate e il regista Marco Tullio Giordana che hanno presentato il loro romanzo Il rosso & il nero. Il romanzo della “peggio gioventù”,  Solferino 2019.Gli autori sono stati accompagnati nella presentazione dagli storici Valeria Deplano e Alessandro Pes dell’Università di Cagliari, mentre l’incontro è stato condotto da Alessandra Piras dell’associazione Culturale Tina Modotti. Nel libro Il rosso & il nero Il romanzo della “peggio gioventù” troviamo un grande affresco e uno spaccato di storia, che parte dagli anni ottanta ai tempi nostri, un racconto di trame proibite che ha per protagonisti due personaggi di opposta convinzione politica, il rosso e il nero, due giovani i cui destini si incroceranno in un contesto torbido. Dopo il film La meglio gioventù diretto da Giordana nel 2003, che raccontava nell’arco di trentasette anni di storia italiana dal 1966 alla primavera del 2003 e le passioni, le lotte, gli errori e le speranze di una generazione, il regista scrive con il giornalista d’inchiesta Lirio Abbate, un romanzo cupo e senza redenzione sulla peggio gioventù, dove bruciano le ultime fiamme delle ideologie e rimangono solo i piani eversivi dei servizi, i traffici di bande criminali e il malaffare di politici corrotti. Il secondo appuntamento è stato venrdì 21 Febbraio alle ore 9:30 al Cinema Odissea in Viale Trieste n.84 a Cagliari, dove il regista Giordana ha presentato agli studenti e le studentesse delle scuole superiori di Cagliari il suo film Quando sei nato non puoi più nasconderti.  La pellicola affronta, attraverso la vicenda di un giovanissimo protagonista, un tema centrale della nostra realtà degli anni Duemila, quello dell’immigrazione e dei migranti, una realtà che sta premendo contro le porte inutilmente chiuse dell’Europa. Tra le fonti il libro di Maria Pace Ottieri che ha dato il titolo al film. Il terzo e ultimo appuntamento, sempre venerdì 21 Febbraio, si è svolto alle 18 al Foyer del Teatro Massimo, Viale Trento n.9 Cagliari, ospiti della Libreria Edumondo e del Fuaié. Giordana ha guidato la masterclass La storia italiana nel cinema di Marco Tullio Giordana, durante la quale il regista ha approfondito gli intenti del suo cinema e di chi ha collaborato, con lui alla sceneggiatura dei suoi film (Petraglia e Rulli, Fava e Zapelli sopratutto). L’intento è stato quello di raccontare e indagare la realtà il più onestamente possibile e ricostruire alcuni eventi cruciali della Storia Italiana e per mantenerne la memoria, come in alcuni dei suoi film più importanti (quali I cento passi, La meglio Gioventù, Pasolini un delitto italiano e Romanzo di una strage).(Foto di Augusto Medda)

(Foto di Augusto Medda)   

Rassegna stampa dell’evento:

L’Unione SardaLa Nuova SardegnaCagliaripadUnica RadioRadio Onde CorteFondazione di Sardegna Gli appuntamenti sono stati realizzati in collaborazione con  la Fondazione Sardegna FilmCommission.займ на карту без отказов круглосуточновзять кредит онлайн