Da dove veniamo

Campidano Film Festival

logosito

 

Campidano Film Festival è stato un progetto realizzato dal Comune di San Sperate. Una Rassegna internazionale di cinema d’autore di casa a San Sperate organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune in collaborazione con il Circolo del Cinema Tina Modotti e con il contributo dell’Assessorato Regionale alla Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Sport e Spettacolo.

Dal 2008 al 2012 il gruppo di animatori e animatrici dell’Associazione Tina Modotti ha collaborato alla realizzazione della manifestazione Campidano Film Festival, un progetto di promozione della cultura cinematografica che si è svolto nella prima edizione tra San Sperate e Samassi, nelle successive solo a San Sperate con capofila l’Amministrazione Comunale.

I soci dell’associazione si sono occupati dei servizi di proiezione, dell’allestimento delle mostre fotografiche, dei servizi di promozione del progetto, delle presentazioni dei film.

La presidente e fondatrice dell’Associazione, la prof.ssa Alessandra Piras ha ideato la Rassegna per l’amministrazione Comunale ed è stata incaricata a svolgere la funzione di direttrice artistica della manifestazione Campidano Film Festival, per tutte le quattro edizioni.

Il Campidano Film Festival ha realizzato, nei suoi quattro anni di attività, numerosi workshop di formazione cinematografica, insieme, oltre al regista Beppe Ferrara, al documentarista Stefano Savona, alla regista Susanna Nicchiarelli, campidanoff082al regista Pasquale Scimeca, ai cineasti Isabella Sandri e Beppe Gaudino (regista del film Per amore vostro, in programmazione al Cagliari Film Festival 2016, vincitore alla Mostra Internazionale del cinema di Venezia del 2015, per la migliore attrice protagonista Valeria Golino). Sono stati presentate numerose opere campidanoff081cinematografiche e organizzate due mostre di due fotoreporter di fama internazionale, Mario Dondero e Pablo Volta, tra l’altro socio dell’associazione Tina Modotti, fino alla sua scomparsa.

Un progetto, quello del Campidano Film Festival, tra i primi a essere realizzati con la L.R.n.15/2006 e ha il merito di avere consentito sul territorio escluso dalla distribuzione, una reale promozione della cultura cinematografica consentendo a un vasto pubblico di conoscere e incontrare autori e autrici e le loro opere cinematografiche di sicuro valore culturale.

Le finalità del progetto erano di: “Far conoscere il cinema e il suo linguaggio, gli autori e le autrici contemporanei, i maestri e le indimenticabili interpreti, con la proiezione di quattordici film di cui sei dedicati ai giovani studenti delle scuole del territorio e due laboratori di teoria e pratica cinematografica, tutti appuntamenti con frequenza libera e gratuita.”

Riteniamo che ideando sul territorio questa nuova manifestazione, si potesse dare luogo a un processo virtuoso sul piano sociale e educativo che mirava ad un sempre maggiore coinvolgimento di insegnanti, studenti e spettatori e in cui il cinema desse un contributo al diffondersi di una nuova consapevolezza e a stimolare considerazioni critiche e operative e di rafforzamento della memoria.

Alessandra Piras