La beauté c’est ta tête

Locandina_La Beauté_Marsiglia_200La beauté c’est ta tête (2014)
Regia: ZimmerFrei
Soggetto: ZimmerFrei
Produzione: Lieux Publics e InSitu
Distribuzione: Bo Film
Fotografia: Roberto Beani
Montaggio: Anna de Manincor/ZimmerFrei
Musiche: Franco Fanfan Créa, Claude Debussy, Fanfare Vagabontu, Marcel Mouloudji, Orquestra Carlos Di Sarli y Rufino, The Melachrino Strings, Richard Wagner

Vincitore del Salina Doc Fest nel 2014, La beauté c’est ta tête, trova la sua naturale ambientazione all’intervento del multietnico quartiere Noailles di Marsiglia, in prossimità con il porto. In occasione della nomina a Città della Cultura 2013, la città visse un profondo cambiamento con la riqualificazione di numerose aree, spingendo gli abitanti dei quartieri popolari ai margini della città.
Nel corso di questo cambiamento, all’interno del film si intrecciano le vite dei più variegati personaggi che quotidianamente trovano rifugio al Mon Bar, un piccolo locale vissuto come seconda casa.
Difficoltà economiche e sociali fanno da contorno ad un opera che prova a scavare all’interno di una riqualificazione e riprogettazione del waterfront marsigliese che ha modificato sensibilmente, e in maniera quasi irreversibile, il mondo sociale di un quartiere.